• Foto

    www.flickr.com
    Digital PR's photos More of Digital PR's photos

Ecco perché i Protagonisti della prossima campagna… sarete voi!

Vi siete mai chiesti chi saranno i veri protagonisti del marketing, della pubblicità e, in generale, del mondo della comunicazione? Semplicissimo! Sarete voi! E cominciate già ad esserlo oggi. Questo perché a voi piace essere al centro dell’attenzione… vostra e delle persone che vi circondano. Ecco spiegata la tendenza a coinvolgervi direttamente!

Chi di voi ha partecipato al gioco takeyourspace.it di Heineken? Quello grazie al quale ognuno poteva scegliere una frase, una foto, e il tutto veniva “imbottigliato” da Heineken e proiettato su un mega schermo in Corso Como. Ma soprattutto, chi di voi ha pensato, anche solo per un attimo, di essere il protagonista del nuovo spot di Heineken? La cosa divertente è che il vero protagonista del nuovo spot di Heineken era… Heineken stessa, con il vostro aiuto ovviamente!

Non stiamo certo raccontando nulla di nuovo, il successo di Facebook e Twitter è basato in gran parte sulla tendenza, da parte nostra, di mostrare i nostri interessi e le nostre capacità, condita da un sano, o meno sano, egocentrismo di fondo. Ma oggi abbiamo la conferma che c’è qualcosa di più.

Vediamo di cosa si tratta.

Il neuroscienziato di Harvard, Diana Tamir, insieme al collega Jason Mitchell, si è proposto di studiare il motivo per cui gli esseri umani hanno una forte tendenza al self-disclosure.

Utilizzando la fMRI, una risonanza magnetica funzionale in grado di tracciare i flussi cerebrali degli intervistati, hanno tentato di scoprire quali parti del loro cervello si attivavano rispondendo a domande serie relative alle loro ispirazioni e convinzioni, ma anche a quelle più frivole su questioni come hobby e gusti. Gli scienziati hanno offerto loro anche del denaro come incentivo per rispondere a domande che nulla avessero a che fare con loro stessi.

E sapete cos’hanno fatto i nostri protagonisti? Esattamente quello che avreste fatto voi! Sono stati disposti a cedere tra il 17 e il 25% dei loro guadagni potenziali, pur di rivelare informazioni su se stessi. Ciò che di scientifico hanno scoperto Tamir e Mitchell è stata una forte intensificazione nella regione del cervello appartenente alla sezione mesolimbica del sistema dopaminergico, proprio quando gli utenti parlavano di loro stessi. Non a caso, stiamo parlando dell’area che subisce le più forti stimolazioni quando si vivono sensazione legate al guadagno e alla soddisfazione, e si associa di frequente al cibo, al denario e al sesso.

Rimandiamo allo  studio approfondito per gli amanti delle neuro-scienze, nel frattempo rileggiamo la ricerca come un ottimo spunto da cui partire per i creativi e i social media manager di tutto il mondo…

Fonte: Fastcompany





Leave a Reply