• Foto

    www.flickr.com
    Digital PR's photos More of Digital PR's photos

Aumentare le vendite con i servizi di geolocalizzazione mobile

Negli Stati Uniti i servizi di geolocalizzazione mobile come Foursquare e Gowalla sono già noti al grande pubblico, molto più che in Italia, ed il fenomeno non è passato inosservato sotto gli occhi delle aziende.

La geolocalizzazione mobile consiste nell’effettuare il check-in in un luogo, dichiarando quindi alla propria cerchia di amici e contatti “io sono qui”, dove il qui può essere un locale, un parco, un’area panoramica.

L’elemento ludico è molto importante, infatti in base ai check-in effettuati si ottengono premi virtuali, come i badge e i pin, oppure la carica di sindaco (Mayor) che ottiene chi effettua il maggior numero di check-in nello stesso posto nell’arco di due mesi.

Starbucks ad esempio ha creato il “Barista Badge” personalizzato solo per i mayor di uno dei caffè sparsi sul territorio nazionale.

Non solo, ci sono anche ricompense reali, come la pizza offerta da Domino’s ai sindaci della propria catena.
Anche grazie a questa iniziativa Domino’s ha dichiarato un sensibile incremento nelle vendite.

E in Italia? Qui da noi il fenomeno non ha ancora raggiunto il mainstream, anche se ci sono dei positivi segnali di crescita presso il pubblico degli early adopters (difficilmente quatificabili al momento).

Lo scorso 27 luglio si è svolta a Bologna la prima Conferenza dei Sindaci di Foursquare, con un collegamento video con Dennis Crowley, fondatore di Foursquare, finanziato recentemente con quindici milioni di dollari.

Nell’occasione Crowley ha fatto sapere che ci sono decine di migliaia di aziende che hanno fatto richiesta di essere accreditate per gestire la propria venue (letteralmente: sede) sul social network. Forse qualcuna anche italiana? Non lo sappiamo.

Sembra chiaro però che il fenomeno potrebbe aprire interessanti possibilità per azioni di promozione per praticamente qualsiasi tipo di azienda dalla piccola attività commerciale alla grande azienda con una rete vendita sparsa sul territorio.

Approfondimento: A cosa serve Foursquare?.


4 Responses to “Aumentare le vendite con i servizi di geolocalizzazione mobile”

  1. In Italia ne conosco almeno due.

    La mia http://foursquare.com/venue/2495609 che è già stata accettata e con una special offer in corso e Griffin’s Irish Pub (http://www.griffins.it/) che non so se sia già stato approvato.

  2. Ci sono già aziende italiane che hanno fatto richiesta e sono state registrate (a Brescia almeno un ristorante). Io stesso ho fatto domanda di accreditamento per il luogo che gestisco (www.officinastrategia.it, si fa strategia con imprenditori e manager) ma non l’hanno accettato perché vogliono solo bar, ristoranti etc. Però mi hanno risposto, anche in tempi accettabili.
    Comunque Foursquare (gowalla è meno diffuso anche negli USA) è un fenomeno interessante che avrà un grosso successo anche in Italia, anche se devono trovare il modo di sostenere l’entusiasmo che cala dopo il periodo iniziale di utilizzo frenetico…

  3. [...] This post was mentioned on Twitter by SocialMediaStrategy, SocialMediaStrategy, SocialMediaStrategy, StrategieSocialMedia, linkassociati and others. linkassociati said: RT @businessplan_it: Aumentare le vendite con i servizi di geolocalizzazione mobile … http://bit.ly/boTCof (expand) #gowalla [...]

  4. Grazie S. e Marco, se conoscete anche altre aziende che hanno fatto richiesta o che sono già state accettate, segnalatele nei commenti.




Leave a Reply