• Foto

    www.flickr.com
    Digital PR's photos More of Digital PR's photos

Media+Generazioni: un legame da ripensare

Abitualmente ci si riferisce al concetto di generazione come a un gruppo di persone nate nello stesso insieme di anni, come accade nella segmentazione del target nei piani marketing e di comunicazione.

In realtà, considerare le caratteristiche socio-demografiche degli individui (come l’età, il sesso, l’istruzione ricevuta o la professione svolta) o il suo stile di vita è estremamente riduttivo, dal momento che nella società contemporanea l’idea di generazione va compresa in modo multi-dimensionale intrecciando tratti storici, biografici e culturali. Basti pensare a quante volte definiamo la nostra appartenenza citando i film o le serie televisive che abbiamo visto nella nostra infanzia o adolescenza.

locandina media generationsA questa relazione è dedicato il convegno “Media + Generations. Identità generazionali e processi di mediatizzazione” che si svolgerà oggi e domani presso l’Università Cattolica di Milano e che espone i risultati della ricerca “Media e generazioni nella società italiana” finanziata da MIUR nell’ambito dei progetti di ricerca di interesse nazionale.

Per la parte digitale, l’Università da Urbino ha analizzato la semantica generazionale che emerge dagli User Generated Contents come una “semantica non curata” in cui gli individui spontaneamente rielaborano pensieri, emozioni e vissuti legati ai media, come sottolinea Giovanni Boccia Artieri, responsabile dell’unità locale di Urbino.

Questo cambio ha delle implicazioni importanti anche sui piani di comunicazione e di vendita dei prodotti. Il successo delle pagine di alcuni prodotti su Facebook, per esempio, si spiega non attraverso iniziative di push da parte delle aziende, ma per il riconoscimento di un vissuto comune, talvolta trasversale alle fasce d’età, per cui fa piacere diventare fan di una pagina o iscriversi ad un gruppo per mostrare il proprio affetto verso un prodotto o una marca.


One Response to “Media+Generazioni: un legame da ripensare”

  1. Credo che sia corretto dire che una generazione è un gruppo di persone che appartengono a una coorte e che attribuiscono lo stesso significato agli eventi che hanno vissuto. In questo senso non basta essere nati negli anni 40 per essere sessantottini, se in quegli anni si stava in chiesa e dire orazioni :-)




Leave a Reply